Barcellona-Napoli: Le dichiarazioni del post-gara. Perdichizzi: “Soddisfatti ma complimenti a Napoli”

Al termine della sfida tra la Sigma Barcellona e il Nuovo Napoli Basket si è tenuta la consueta conferenza stampa di post-gara alla quale sono intervenuti i coach delle due squadre. Il siciliano Giovanni Perdicchi si è detto soddisfatto della vittoria della squadra ammettendo la grandissima prestazione messa in campo dagli avversari e motivato la scelta di lasciare Green fuori in minuti topici della gara. Soddisfatto, non poteva essere diversamente, anche coach Maurizio Bartocci. La sua squadra è stata protagonista di una partita pazzesca in terra siciliana nonostante una situazione piuttosto difficile alle spalle. Inoltre, preciserà il tecnico azzurro, nessun caso Warren, solo una serata storta. Ecco le dichiarazioni dei due coach raccolte dai nostri inviati al Pala Tricoli:

Maurizio Bartocci: “Abbiamo fatto una gran partita. Loro sono una squadra costruita per vincere il campionato e non era facile venire a giocare qui in virtù della settimana passata. Dobbiamo migliorare delle cose in difesa, loro hanno degli esterni molto forti e quando cercavamo il raddoppio per tenerli restavano scoperti gli interni e subivamo parecchio. Adesso buttiamoci tutto alle spalle perché dobbiamo subito metterci a lavoro per la partita contro Imola della settimana prossima, è contro di loro che inizierà il nostro campionato. Warren? Una partita storta può capitare a tutti, non mi sento di dirgli niente francamente.

Sulla situazione Ricci tengo a precisare che non c’è stata frode o dolo, ma solo un errore a causa di un dettaglio procedurale. Siamo quindi speranzosi si riavere i due punti”

Giovanni Perdichizzi: “Siamo soddisfatti della vittoria anche se ci sono delle cose da migliorare. Innanzitutto i troppi tiri liberi sbagliati e poi una non positiva gestione dei nostri possessi quando abbiamo raggiunto un vantaggio di 5-6 punti. C’è comunque da dire che il nostro avversario era molto forte e si è dimostrato all’altezza della situazione. Complimenti a loro. Ad un certo punto della gara ho preferito mettere fuori Green perché avevamo bisogno di controllare maggiormente il gioco a causa del fatto che ad ogni nostro errore Napoli partiva in contropiede e sapeva farci molto male”.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata