Anche la LNP contro la Riforma dei Campionati

Che la riforma dei campionati non piacesse a nessuno questo lo si era già capito da tempo. Alle proteste dei vari giocatori “passaportati” e alle continue dichiarazioni del presidente della LegaDue Marco Bonamico, il quale non vuole saperne di vedere il suo campionato tornare dal dilettantismo, adesso arriva anche un comunicato della LNP intento a mostrare il suo disappunto verso la riforma che complicherebbe la situazione anche negli attuali campionati di DNA, DNB e DNC. Ecco di seguito riportato il comunicato del Presidente della LNP:

La LNP conferma che nel prossimo week end verrà attivata l’azione di protesta, da parte di tutte le società partecipanti ai campionati nazionali dilettanti, nei confronti delle decisioni prospettate dagli organi di governo della FIP secondo quanto deliberato dall’Assemblea Generale di Legnano.
Le società non condividono la divisione del futuro secondo campionato in Gold e Silver che di fatto conserverebbe due distinti campionati determinando nuovamente un grande numero di retrocessioni e la ingiustificata dequalificazione da nazionale a interregionale di DNC con un irragionevole allargamento a 12 gironi con uguali costi di gestione.
Le squadre giocheranno passivamente le prime due azioni della gara volendo dare un segnale di forte mobilitazione verso scelte non condivise e poi sportivamente onoreranno in campo il loro impegno sportivo.
LNP ha elaborato una serie di proposte in un’ottica di concreta disponibilità ad un confronto con la FIP nell’interesse dell’intero movimento.

Il Direttore Generale Pino Gonella, tutti i membri del Consiglio Direttivo e gli Uffici LNP sono a disposizione per ogni tipo di informazione.

Cordialmente
Il Presidente