Acegas al completo ospita Imola

Il ritorno di Trieste nella serie cadetta sarà davanti al proprio pubblico in un PalaRubini che come per le partite della Nazionale del mese scorso può rivelarsi di un fattore pubblico amico per spingere i giuliani al successo.

Per fare in modo che gli sportivi triestini vivano una domenica di passione, questa settimana si è rinnovato il rapporto fra le società Pallacanestro Trieste 2004 e Unione Triestina. Coloro che hanno la tessera della squadra calcistica potranno assistere al match contro Imola ad un prezzo scontassimo, vedendo così due partite al prezzo di una. Si spera dunque di vedere un palasport caloroso, con tanti partecipanti che di solito entrano al Nereo Rocco.

Sfogliando gli almanacchi storici le due compagini non si affrontano nella seconda lega nazionale dal lontano 1998. In quella stagione la Genertel Trieste terminò la stagione regoalre al secondo posto dietro a Livorno mentre la Casetti Imola fù quarta dietro a Gorizia. Imola ribaltò il fattore campo con Livorno e si impose 3 a 1 nella serie promozione con i toscani e volò in A1, mentre Trieste perse amaramente 3 a 1 il derby con Gorizia. Trieste targata Telit affrontò nuovamente Imola nella massima serie maggiore nelle stagioni 99-2000, 2000-01 e 2001-02, prima della retrocessione dei romagnoli  La squadra di casa si presenta a questo primo incontro al completo, con coach Dalmasson che schierarà il seguente quintetto : Ruzzier, Filloy,Thomas ex di turno, Mescheriakov e Brown. Quintetto che si basa sul talento ed esperienza italiana dei due americani. In pachina può garantire minuti di esperienza in regia Marco Carra dietro al giovane e pimpante Ruzzier, come cambio degli esterni troviamo Ondo Mengue, mentre Fall e Gandini sono i cambi dei lunghi. La guardia Mastrangelo e l’ala Urbani chiudono le rotazioni. Imola si presenta come vera incognita del campionato: ancora priva di un americano, e senza un leader designato potrebbe avere non pochi problemi a raggiungere la salvezza, anche se le partite di Coppa con Pistoia hanno dimostrato buon spirito di gruppo e voglia di stupire degli imolesi. Sicuramente il ritorno a casa al Palaruggi, dopo 16 anni a Faenza, può dare la giusta carica ad un ambiente depresso. Questa prima trasferta non sarà agevole per il Team Aget guidato da Fucà che schiererà in avvio Gay, Zanelli, Maestrello, Valenti e Zagorac. Il giovane play americano deve innescare i tiratori, mentre lo sloveno Sasa Zagorac, deve limitare la fisicità di Brown. I giovani Turel e Chillo danno freschezza dalla panchina e devono dimostrare di poter reggere fra i senior. Insieme a loro il veterano Foiera e il capitano Masoni come cambio in regia. La guardia imolese Riga chiude il rooster romagnolo. Favori dei pronostici alla squadra triestina, ma guai a sottovalutare qualsiasi formazione soprattutto alle prima di campionato.

Per saperne di più su queste due squadre consulta la nostra Guida al Campionato di LegaDue 2012/13.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata