A2 Ovest – Siena, primo sorriso del 2018: sbancata Agrigento 85-77

La Soundreef Mens Sana sbanca il PalaMoncada di Porto Empedocle e centra la prima vittoria del 2018, la seconda stagionale in trasferta. Contro la Fortitudo Agrigento, nel match valido per la seconda giornata del girone di ritorno del campionato di serie A2 girone Ovest, i biancoverdi si impongono 85-77 e grazie a questa vittoria salgono a quota 14 in classifica. Contro i siciliani prova super di Ebanks (22 punti), di capitan Saccaggi (18 punti e quattro triple nel momento decisivo del match), e Sandri che chiude con 19. Ottimo anche l’esordio in maglia biancoverde del ceco Tomas Kyzlink: 8 punti e il canestro che decide la gara quando i padroni di casa si erano riportati sul -2 con poco più di 120” da giocare. Vittoria importante e di cuore dei ragazzi di Mecacci, in balia degli infortuni e scottati dal ko con Casale, contro una Agrigento che lotta ma è carente in difesa e tradita dalla prestazione incolore di Cannon. Prossimo impegno per la Soundreef Mens Sana domenica 28 gennaio: alle 18 al PalaEstra arriverà la Lighthouse Trapani.

La partita – Zilli sblocca la gara, un gioco da 4 punti di Ambrosin vale il 6-0 iniziale di Agrigento ma la reazione della Mens Sana è immediata. Kyzlink segna i suoi primi due punti in maglia biancoverde, con Ebanks, Vildera e Sandri i biancoverdi pareggiano i conti (8-8) dopo 4′. Si viaggia sul filo dell’equilibrio prima di un parziale di 0-5 chiuso da due tiri liberi di Ebanks che fa volare Siena sul +5 (15-20). Due triple consecutive di Pepe e Williams permettono però ad Agrigento di chiudere sul +1 (21-20) i primi dieci minuti. Nel secondo quarto la squadra di coach Mecacci mette la freccia e con Kyzlink dall’angolo (26-27) e Sandri si riporta a +3 (26-29). Vildera con 3 punti consecutivi apre un break che porta la Mens Sana al massimo vantaggio (28-36). I siciliani provano ad aggrapparsi a Zilli che realizza quattro punti in fila ma Ebanks è immarcabile e schiaccia sulla sirena di metà tempo il 35-44. Sandri e l’ex Lakers tengono a distanza Agrigento ad inizio del terzo quarto, poi si scatena Saccaggi che piazza tre triple per il +13 e massimo vantaggio (48-61) che diventa +15 con la schiacciata di Ebanks (48-63). I tiri liberi di Pepe chiudono il parziale sul 53-65. L’ultimo quarto si apre con Casella scatenato dall’arco per il 58-71. Pepe, Cannon e Williams da tre punti riavvicinano la Moncada Agrigento (65-71). Ebanks dà ossigeno alla Mens Sana che con Saccaggi trova il 68-76. Pepe e Williams riportano sotto i siciliani (72-76), Sandri fa 1/2 dalla lunetta per il 72-77 e dall’altra parte Pepe lo imita (73-77) con 2’21” da giocare. Due tiri liberi di Evangelisti riportano i padroni di casa a -2 ma il canestro di Kyzlink su rimbalzo d’attacco permettono alla Mens Sana di rimanere a due possessi di distanza (75-79). Ebanks con meno di un minuto da giocare firma il +6 biancoverde (75-81); Evangelisti riavvicina ancora Agrigento (77-81) ma i tiri liberi di Sandri chiudono i giochi (77-83) prima del fallo antisportivo di Pepe e i due liberi di Saccaggi che fissano il punteggio sull’85-77 per la Mens Sana.

Fortitudo Moncada Agrigento-Soundreef Mens Sana Siena 77-85 (21-20, 14-24, 18-21, 24-20)

FORTITUDO AGRIGENTO: Cannon 9, Zilli 11, Zugno, Evangelisti 11, Cuffaro, Williams 11, Ambrosin 15, Guariglia 5, Pepe 15, Lovisotto. All: Ciani.

SOUNDREEF MENS SANA SIENA: Saccaggi 18, Kyzlink 8, Sandri 19, Ebanks 22, Vildera 7, Simonovic, Casella 11, Lestini, Borsato, Ceccarelli, Bartoli. All: Mecacci.

ARBITRI: Caforio, Maschietto, Almerigogna.

TIRI LIBERI: Agrigento 20/23, Siena 12/16.

TIRI DA 2: Agrigento 15/37, Siena 26/37.

TIRI DA 3: Agrigento 9/28, Siena 7/18.

RIMBALZI: Agrigento 24 (15/9), Siena 42 (34/8).

USCITI 5 FALLI: Vildera.