A2 Ovest – Siena, ok lo scrimmage con Piombino. L’arrivo di Ebanks non sarebbe in dubbio

tifosi-siena-2016-09-13

Esordio con vittoria in amichevole per la nuova Soundreef Mens Sana Basket 1871 al PalaEstra in occasione dello scrimmage col Golfo Piombino di oggi, vinto dai casalinghi per 71-59. Una sgambata, la prima stagionale dopo i giorni di duro lavoro atletico a Castel del Piano, utile per mettere benzina nelle gambe, provare gli schemi e farsi conoscere al pubblico senese, accorso con buona lena: discreta la cornice del palazzo, nonostante il caldo africano e l’orario. Buone indicazioni sono arrivate dal giovane lungo Simonovic, dal rientrante Cappelletti, Casella e Lestini; indietro di condizione ma dal chiaro talento Elston Turner, che insieme a Devin Ebanks dovrà guidare l’attacco del gruppo di coach Griccioli.”Abbiamo fatto tutto sommato bene – ha detto in conferenza stampa l’allenatore senese – la squadra è cresciuta nel modo di stare unita e insieme durante il match. C’era fra i nuovi, la voglia di far vedere che c’erano e che valevano. Siamo cresciuti nell’intensità e nel sapersi passare la palla. Siamo limitati per motivi fisici chiaramente, sarà importante migliorare il gioco e il saper correre”.

Mancava solo lui – Proprio Ebanks era l’unico assente, giustificato, al match con i piombinesi, bloccato come noto dai problemi con la giustizia e la burocrazia americana dopo le ultime disavventure subite. Il suo arrivo, previsto per martedì 29, non sarebbe in dubbio, tanto che la società, comunicando i nuovi numeri di maglia, gli ha assegnato il 2. Dalla società filtrano sensazioni positive, anche qualche altro piccolo intoppo è stato messo in conto, a causa delle tempistiche di rilascio di visti, nulla osta del Coni e del consolato americano. Chi vivrà, vedrà.

Buone intenzioni – C’è un bell’entusiasmo intorno alla nuova creatura biancoverde in mano alla famiglia Macchi e presieduta da Guido Bagatta, come dimostrato dal clima respirato nel ritiro di Castel del Piano, che ha visto una squadra vogliosa di conoscersi e fare gruppo, e una società finalmente presente, disponibile e determinata nel coadiuvare risultati tecnici a programmazione a lungo termine. Anche in termini di comunicazione e interazione, è tutta un’altra storia: “Vogliamo far rinascere e riportare dove merita la società” ha ribadito l’ad Francesco Bertoletti.

 

Basketitaly © Riproduzione riservata