A2 Ovest – Siena, il ds Marruganti chiarisce il caso Bucarelli: “Vuole andare via, ma fatto tutto il possibile per tenerlo”

bucarelli-italia

Si chiude con un chiarimento ufficiale la querelle intorno al futuro di Lollo Bucarelli, il talentino di casa Siena esploso nei recenti Mondiali U19 fino a entrare nel miglior quintetto della competizione. Contratto in scadenza a Maggio, Bucarelli ha accettato l’offerta di Sassari, che lo girerà a Cagliari in A2: tante sono state le accuse e le polemiche in casa Siena riguardo la presunta poca operatività della società nel cercare di trattenere la stellina. A rigettare al mittente il tutto e spiegare come sono andate le cose, ci ha pensato il diesse Lorenzo Marruganti, che aveva promesso un intervento ufficiale della società sulla questione. Al giocatore sarebbe arrivata una buona offerta da Siena, con tanto di fascia di capitano, ma le sirene esterne sarebbero state più attraenti.:

Alla fine del secondo anno potevamo esercitare l’opzione su una piccola parte dei diritti sportivi del giocatore pagando un importo alla famiglia – spiega il dirigente – In quel momento, però, c’era una situazione difficile, migliorata solo successivamente con l’ingresso di nuovi soci che hanno avviato una nuova governance. La società allora non aveva somme a disposizione pur se si trattava di trattenere un buon giocatore di 19 anni. Sono andato a parlare di persona con il procuratore di Bucarelli. Non l’ho chiamato e l’ho fatto venire qua in sede, e questo credo che sia significativo. Gli ho spiegato che eravamo costretti ad agire in un certo modo per quanto stava accadendo a livello societario ma che c’era ugualmente l’intenzione di fare una proposta perché convinti del fatto che Bucarelli potesse diventare una bandiera di questa società. E’ stata fatta un’offerta importante: biennale – ancora Marruganti – Era intanto arrivato giugno, e in quel momento c’era maggior attenzione sugli aspetti societari. Con l’agente del giocatore, l’avvocato Storelli, siamo rimasti d’accordo che lui avrebbe parlato con Bucarelli e con la famiglia e mi avrebbe fatto sapere. Mi ha richiamato dopo 3-4 giorni e mi ha detto che nonostante il dispiacere per la chiusura del contratto c’era apprezzamento per la proposta, che avrebbero tenuto in considerazione. Ci siamo detti di aggiornarci dopo il Mondiale – continua Marruganti – nel frattempo tante belle prestazioni e al giocatore sono iniziate ad arrivare una serie di offerte che probabilmente neppure il suo entourage immaginava. Nel mentre alla Mens Sana si era chiuso il cerchio a livello societario e dalla proprietà Siena Sport Network che aveva già portato il main sponsor Soundreef, ho ricevuto l’incarico di tornare alla carica per Bucarelli perché ci piaceva l’idea che potesse essere l’uomo immagine della nuova Soundreef Mens Sana, abbiamo proposto anche il ruolo di capitano. Un’investitura importante per un ragazzo di 19 anni – ha sottolineato – Ma dall’altra parte ho continuato a sentire delle perplessità, probabilmente perché nel frattempo erano arrivate nuove proposte. Anche la proprietà Siena Sport Network ha parlato direttamente con il procuratore di Bucarelli e rilanciato l’offerta economica sia nella quantità che nella durata. Offerta che definirei clamorosa, paragonabile a quella di un top player, visto che ha solo 19 anni. La scelta del giocatore è stata, tramite Sassari, di andare a Cagliari, in una Academy di A2, sperando un giorno di giocare in A1. I problemi di natura economica sono stati legati a un solo e preciso momento, poi appena risolto siamo intervenuti e direi anche in maniera pesante. Bucarelli o, non so, se la famiglia o il procuratore, hanno scelto diversamente. A questo punto – conclude – ognuno farà le sue valutazioni“.