A2 Ovest: Siena-Casale, rimonta biancoverde da sballo con un super Cappelletti. I tifosi: “Per noi 8-2 fa 8”

tifosi-siena-2016-09-15

Una vittoria ad un certo punto forse impensabile ed emozionante nel giorno della fierezza mensanina, dopo la sentenza shock della revoca dei titoli senesi dal 2012 al 2014: Siena la spunta con Casale per 69-67 ribaltando una partita dal finale già scritto grazie a un quarto periodo strabiliante, in un palazzo riunitosi per ribadire la legittimità di vittorie sudate e conquistate sul campo, e per l’occasione epieno di magliette con lo scudetto e il numero 8 in bella mostra nel mezzo. “8-2=8, le emozioni non si revocano” scrivono i tifosi della curva in uno striscione esposto prima del match, concetto su cui il popolo del Palaestra concorda in pieno e che farà molto probabilmente da leit motiv del senso di amor proprio e orgoglio ferito per tutta la stagione, in attesa di buone nuove dalle aule di tribunale: “Un successo importante – lo definisce il sindaco della città del Palio Bruno Valentini – dopo l’ingiusto verdetto di primo grado che vorrebbe ribaltare con la carta bollata l’ inoppugnabile risultato del campo”

Tornando al parquet, i biancoverdi di Griccioli ottengono due punti davvero insperati, al termine di un match sporco, difficile, e per lunghi tratti avaro di emozioni: la Mens Sana va a corrente alternata e pasticcia troppo in attacco (alla fine saranno ben 19 le palle buttate via) e tira peggio dall’arco, con un Harrell per la prima volta fuori contesto (e alla fine anche espulso). Casale è ben messa in campo e si adegua ai punteggi bassi della gara lavorando i fianchi la difesa di casa, col risultato di tenere punteggio e pallino del gioco spesso e volentieri nell’arco dei primi 30’, grazie alle giocate sinergiche di Martinoni, Blizzard e Emegano (rispettivamente autori di 8 punti e 11 rimbalzi, 13 e 12 punti); nell’ultima frazione, con gli uomini di Remondino su un tranquillo +6, le energie dei padroni di casa sembrano esaurite e le polveri al tiro troppo bagnate per il miracolo, che invece accade. Cappelletti diventa il trascinatore assoluto e rivolta come un calzino l’inerzia con quattro giocate in lay up nel traffico da urlo, che unite alle schiacciate di Myers, stordiscono i piemontesi che subiscono il decisivo parziale di 8-0. Nell’ultima azione Myers approfitta di un pastrocchio ospite e firma il sorpasso, Natali sbaglia la tripla della speranza e la sirena chiude i giochi: per Siena una vittoria rocambolesca e spettacolare, targata Cappelletti (16 punti) e Myers (17 e 9 rimbalzi) – ma bene anche Saccaggi – che conferma la personalità del gruppo, per Casale una buona prova sporcata però da un finale da incubo che andrà analizzato a fondo.

 

Mens Sana Basket 1871 – Novipiù Casale Monferrato 69-67 (22-16, 33-38, 51-57)

 

Siena: Masciarelli ne, Harrell 11, Vildera, Cappelletti 16, Ceccarelli ne, Saccaggi 14, Bucarelli 7, Pichi, Myers 17, Tavernari 3. All. Griccioli

Casale: Tolbert 10, Tomassini 3, Natali 10, Blizzard 12, Di Bella 9, Martinoni 8, Emenegano 12, Severini 2, Ruiu ne, Bellan. All. Ramondino

 

Mvp Basketitaly.it:  Alessandro Cappelletti (Siena)

 

Tiri dal campo: Siena 49% ; Casale 38%

Tiro da 3: Siena 23%; Casale 33%

Tiri Liberi: Siena 65%; Casale 72%

Rimbalzi: Siena 37; Casale 35

 

Basketitaly © Riproduzione riservata