A2 Ovest: Siena-Cagliari, il preview. Biancoverdi puntano sul fattore PalaEstra contro l’ex Bucarelli

La Soundreef Mens Sana torna nel fortino del PalaEstra e domenica andrà a caccia della quarta vittoria interna stagionale contro la Pasta Cellino Cagliari. Il match, valido per l’8ª giornata di andata del campionato di serie A2 girone Ovest, mette di fronte due squadre appaiate in classifica a quota 6 punti e che finora hanno condiviso un percorso simile. Il bilancio anche per i sardi è di 3 vittorie casalinghe e 4 sconfitte esterne, proprio come la Soundreef Mens Sana. Nell’ultimo turno la Pasta Cellino Cagliari dell’ex biancoverde “Lollo” Bucarelli, ha perso tra le mura amiche contro la Remer Treviglio (85-92) ma ha sempre il terzo migliore attacco del girone Ovest (82.3 ppg). Allo stesso tempo il club satellite della Dinamo Sassari ha anche la peggior difesa del torneo, con 90.1 punti di media a partita concessi agli avversari. Coach Mecacci presenta così la sfida:

Cagliari ha impostato un progetto sui giovani in partnership con la Dinamo Sassari e ha chiamato alla guida un allenatore di grande esperienza come Riccardo Paolini. Ha costruito un roster che si basa su un mix tra giovani e giocatori più esperti come Allegretti, Rullo, Turel e i due americani Keene e Stephens, che all’esordio in questa categoria stanno avendo un ottimo rendimento offensivo. Il loro intento è quello di disputare un buon campionato e di portare avanti questo progetto responsabilizzando giovani di talento come il nostro ex Bucarelli, Rovatti o Ebeling. È una squadra votata ai ritmi alti, che gioca una pallacanestro fatta di aggressività, ricerca continua di un tiro nei primi dieci secondi dell’azione sfruttando anche la velocità dei lunghi. È un avversario da prendere con le molle perché finora ha dimostrato di poter segnare 80 punti anche contro squadre definite più solide. Stiamo cercando di lavorare sui nostri difetti, piano piano cerchiamo di aggiungere qualcosa al nostro sistema di gioco sapendo che non è facile e che bisogna lavorare. In questo senso la squadra sta rispondendo bene: posso imputare ai giocatori di essere a volte poco efficaci ma di certo danno sempre tutto in allenamento e in partita. Cerco stabilità: finora abbiamo visto due squadre diverse in casa e in trasferta e a volte anche all’interno della stessa partita. Casella? E’ in dubbio in settimana non si è allenato con la squadra“.

Basketitaly © Riproduzione riservata