A2 Ovest – Siena, buona la prima in casa: battuta Agrigento 102-81, Turner e Ebanks scatenati

Ottimo esordio casalingo per Siena che con un netto 102-81 batte la Moncada Agrigento, al termine di un match approcciato benissimo e condotto per 40′. I biancoverdi riscattano il ko esterno di Casale con una prestazione determinata ed efficace contro un avversario ostico e organizzato, trovando la chiave di volta in un inizio fatto di una grande difesa di squadra e di aggressività sulle linee di passaggio capace di sterilizzare l’attacco ospite (specie dai 6,75), ma anche in una fluida produzione offensivi con percentuali dalla lunga molto buone che hanno spaccato la difesa siciliana. I ragazzi di Ciani, pur subendo la fisicità dei casalinga giocano coraggiosi e rimangono attaccati al match per 20′ con le iniziative dei due americani Cannon e Williams, ma già nella ripresa accusano la stanchezza e non riescono più a trovare i correttivi in difesa sugli straripanti Turner e Ebanks (49 punti in due), ben coadiuvati da Lestini (8), Sandri (12), Saccaggi (11) e Casella (13), e cedono così l’onore delle armi a una Soundreef in crescita e alla scoperta del suo potenziale: che può contare sul talento indubbio dei suoi due Usa e su una truppa di italiani preziosissima. Fra i siciliani, positivi Evangelisti (14) e Ambrosin (16), in un match dai due volti, intraprendente nella prima parte, troppo remissivo nella seconda.

La cronaca – Buona cornice di pubblico al PalaEstra a sostenere la nuova Soundreef Mens Sana Siena, alla prima casalinga: c’è anche il presidentissimo Bagatta, in prima fila a dare il buon esempio. Siena parte fortissima in difesa castrando il giro palla della Moncada, e trovando al contempo buoni spunti in transizione; Turner monopolizza il fronte offensivo e gioca a tutto campo, abilissimo come è a tagliare in due la difesa siciliana sul primo passo, e a uscire efficacemente dai blocchi per il tiro. Gli ospiti soffrono la fisicità senese ma non rinunciano mai a giocare, grazie al ritmo dei due Usa Cannon e Williams. Il primo quarto si chiude sul 29-22, con la bomba di un vivace Pepe che risponde a quelle di Masciarelli e Casella. Nel secondo quarto il ritmo di Siena cala vistosamente, ma per fortuna dei padroni di casa, Agrigento non ne approfitta perdendo uno sproposito di palloni in proiezione offensiva. I biancoverdi tirano con ottime medie dalla lunga tenendo in pugno la partita, ma Griccioli chiede di più a un Ebanks un po’ troppo alterno che inizia a macinare basket sul finire del tempo ricacciando i tentativi di una coraggiosa Moncada. (48-36 Siena dopo 20′). Siena riparte col piglio giusto mantenendo percentuali da 3 punti molto alte che permettono di controllare senza troppi sossulti la situazione: anche Sandri contribuisce a infarcire il punteggio, mentre nella Moncada scema la voglia difendere, con a reggere il ritmo è il solito Cannon che segna a fil di sirena (74-63 Siena dopo 30′). Nell’ultimo quarto Turner torna a dispensare basket, e Casella butta il carico allargando la forbice del divario. Gli ultimi minuti confermano la supremazia fisica di Siena contro una Moncada che sembra non averne più e alza bandiera bianca. Finisce 102-81 per gli uomini di Griccioli.

 

Soundreef Mens Sana Siena 102 – Moncada Fortitudo Agrigento 81

 

Siena: Masciarelli 6, Ebanks 24 e 11 rimbalzi, Casella 13, Cepic, Borsato 4, Vildera, Simonovic, Sandri 12, Saccaggi 11, Ceccarelli, Lestini 8, Turner 24. All: Griccioli.

Agrigento: Rotondo 6, Cannon 17 , Zugno 1, Evangelisti 14, Cuffaro, Williams 12, Ambrosin 16, Guariglia 4, Pepe 9, Lovisotto 2. All: Ciani.

 

Tiri da due: Siena 56%, Agrigento 51%

Tiri da tre: Siena 40%, Agrigento 25%

Rimbalzi totali: Siena 36, Agrigento 33

Mvp Basketitaly.it: Turner e Ebanks (Soundreef Mens Sana Basket)

 

Basketitaly © Riproduzione riservata