A2 Ovest: Gigli fredda il PalaEstra e Ferentino fa il colpo. Siena ko 87-82

tifosi-siena-2016-09-13

Gigli ammutolisce il PalaEstra e consegna con un triplone mortale quasi a tempo scaduto la vittoria a Ferentino contro la Mens Sana 1871 per 87-82, al termine di un match equilibrato e combattuto, che vede Siena nuovamente sconfitta sul fotofinish (quarto ko di fila) e i laziali cogliere due fondamentali punti che la portano fuori dalla zona calda della classifica. I biancoverdi, strigliati a dovere da coach Griccioli dopo gli orrori di Agropoli, aggrediscono il match con vigore e mostrano più coesione, idee e passione, guidati dal miglior Saccaggi stagionale, e da un Tavernari tornato a stracciare la retina: gli ospiti difendono bene e hanno altro tonnellaggio sotto canestro e lo fanno valere tutto mettendo in grave imbarazzo anche un osso duro come Myers; primi due quarti fisicati e giocati a strappi da ambo le parti, ripresa più movimentata e thrilling con i tiri da fuori di Musso da una parte, le penetrazioni di Saccaggi e gli scarichi ad aprire il campo agli attacchi delle due compagini. A deciderla nel finalissimo però, la muscolarità ingestibile di Raymond e l’esperienza di Gigli, contro una Mens Sana generosa che lotta ma mette a nudo sempre i suoi limiti. E che con tre trasferte sulle ultime 5 gare rimaste da disputare, deve stare in campana per non ritrovarsi invischiata in brutti giri.

Il match – Diversamente dalle recenti prove, Siena approccia con più decisione il match mostrando al suo pubblico un’organizzazione di gioco più efficace e funzionale all’avversario, esperto e di grande stazza fisica; Saccaggi fa buon gioco in regia, mentre Myers è regolarmente al suo posto in mezzo al pitturato dopo la squalifica evitata col pagamento della multa. La difesa dei biancoverdi morde sulle linee di passaggio ma gli ospiti trovano buoni canestri con la potenza in post basso di Raymond e sopratutto Radic, difficilmente contenibile: una bomba di Tavernari tiene di misura avanti Siena dopo 10′. Nel secondo quarto le due formazioni ripartono con maggiore intensità difensiva aumentando la densità in area e l’entità dei contatti: lo spettacolo si sblocca grazie alle triple ravvicinate di Saccaggi e Tavernari, che rispondono alla solita prepotenza fisica dei lunghi laziali, non adeguatamente caricati di falli. Saccaggi è in palla e velocizza la maniera spezzando i raddoppi in penetrazione, ma Ferentino è brava ad allentare la pressione con la bomba dalla spazzatura di Musso (37-37 dopo 20′). Nel terzo periodo le difese calano e il match riparte su binari di alta intensità offensiva, con i padroni di casa a spingere con Harrell e Tavernari; Musso e Raymond rispondono però per le rime accendendo lo spettacolo al PalaEstra. Sul finire della frazione a scatenarsi dall’arco è Imbrò che tiene i suoi sopra di un soffio (60-58 dopo 30′). Nell’ultima concitata frazione a guidare i biancoverdi è la grande verve di Saccaggi, Tavernari e Harrell: Musso tiene a galla Ferentino con l’equilibrio che regna sovrano fino in fondo. Myers esce per falli e Siena stringe il cordone dalla difesa: è sempre Saccaggi il faro offensivo, al pari di un Raymond fisicamente strabordante. Vildera illude, Gigli zittisce dal 6.75 il PalaEstra: Harrell sbaglia l’ultimo possibile canestro del riavvicinamento e i laziali possono portare a casa la posta. Finisce 87-82.

 

Mens Sana 1871 82 – Ferentino Basket 87

 

Siena: Masciarelli, Harrell 18, Mascolo 4, Neri, Vildera 4, Saccaggi 20, Flamini 5, Pichi, Myers 11 e 8 rimbalzi, Tavernari 20. All: Griccioli

Ferentino: Guarino 4, Radic 19 e 8 rimbalzi, Musso 20, Gigli 5, Ianuale, Datuowei, Imbrò 13, Carnovali, Bertocchi, Benvenuti 6, Raymond 20.

 

Mvp Basketitaly.it: Angelo Gigli (Ferentino)