A2 Ovest: 3a giornata, Lighthouse Trapani-Soundreef Mens Sana Basket è subito big match

Un vero big match quello che andrà in scena domenica alle 18 al PalaConad di Trapani, tra la Lighthouse e la Soundreef Mens Sana Basket Siena. Entrambe a quota due punti e alla ricerca della definitiva fisionomia a fronte di roster pieni di talento e potenziale: ne vedremo delle belle sul parquet. I padroni di casa sono reduci dal ko di Biella, e vogliono prontamente rifarsi, Siena presi i due punti in casa con una bella gara su Agrigento, vuole sfatare il tabù siciliano e sbloccarsi fuori le mura amiche: sono due anni di fila che i biancoverdi escono sconfitti da Trapani. Due coppie di americani a confronti di gran livello. Jefferson-Perry da una parte, Turner e Ebanks, dall’altra, due guerrieri come Renzi e Lestini sotto canestro, due atleti come Ganeto e Sandri, con la solite cornice di pubblico incandescente: e occhio a talenti come Bossi e Simonovic. Si preannuncia battaglia vera. A parlare prima della partita sono stati vice coach, che hanno presentato la gara:

Daniele Parente, assistant coach Ugo Ducarello:“Siena è una squadra costruita per vincere il campionato. Possono contare su due americani tra i più forti della categoria, e su di una batteria di italiani di talento che permette a coach Griccioli di avere moltissime varianti tattiche. Da parte nostra dobbiamo ripartire dai primi due quarti giocati a Biella quando siamo riusciti ad esprimere buona aggressività e, allo stesso tempo, non dovremo avere alcun calo di concentrazione poiché una squadra come Siena non ci permetterebbe di recuperarlo”.

Matteo Mecacci, assistant coach Giulio Griccioli: “La Lighthouse è una squadra che come tutti gli anni ha costruito un roster di primissimo livello nonostante qualche cambiamento in più rispetto alle ultime due stagioni . Italiani esperti come Viglianisi, Spizzichini. Ganeto e Renzi, ed americani di alto livello come Brandon Jefferson arrivato dall’Olimpia Lubiana e dall’Eurocup e Jesse Perry finalista del girone Est con Treviso. Il maggiore talento è di sicuro Bossi. Molto talentuosa, con più opzioni offensive fronte e spalle a canestro. Solitamente sono bravi ad allargare il campo utilizzando i tiratori sul perimetro per rifornire i lunghi spalle a canestro in situazione dinamica o sigillando i blocchi sulla palla . Ci aspettiamo un palazzetto caldo, ma siamo concentrati e al tempo stesso pieni di entusiasmo dopo la prima vittoria casalinga”.

 

Basketitaly © Riproduzione riservata