A2 Gold – Agrigento sogna dopo il successo su Napoli all’overtime

 Givova Napoli, Nunzio SabbatinoNon finisce di stupire la Fortitudo Agrigento che porta a casa all’overtime lo scalpo della Givova Napoli, una delle nobili del campionato. Cuore, tenacia e una maiuscola prova di squadra consegnano due punti meritati alla compagine di Franco Ciani, autorizzata adesso a chiedere qualcosa di più che una semplice salvezza a questa stagione. Va sotto per due volte la Moncada, nella prima frazione e nel corso della terza addirittura fino a -12, riuscendo sempre a venire fuori dalle secche. A poco meno di sette minuti dalla sirena del 40′, deve ancora recuperare 8 lunghezze a un avversario superiore per caratura e per lunghezza del roster.

Ma non molla e trova l’energia di Williams (20 + 6 rimbalzi) e la precisione di Saccaggi (anche lui a quota 20 con il 57% dall’arco) per riagguantare una Napoli che, fino ad allora, sembrava avere il totale controllo della gara. Brillantemente guidati da Spinelli (13 punti e 6 assist), i partenopei sembravano poter centrare un successo, alla prima trasferta stagionale visto lo spostamento della sfida con Torino, che avrebbe rappresentato una consistente iniezione di fiducia. Nell’ultima frazione, invece, gli azzurri si sono lentamente sfilacciati, irretiti dall’aggressività difensiva dei siciliani, bravi a chiudere l’area colorata e a sporcare le linee di passaggio. Nonostante percentuali migliori dal campo, la Givova ha subito in maniera inaspettata a rimbalzo – 36 a 29 il conto finale in favore di Agrigento – concedendone ben 16 offensivi ai padroni di casa. Emblematico, in tal senso, un possesso nell’overtime, quando i siciliani hanno recuperato per tre volte il proprio tiro, per poi portarsi sul +5 con la tripla di Saccaggi. Troppi anche gli errori a cronometro fermo e le palle perse, aspetti certamente da migliorare se la Givova vuol recitare un campionato da protagonista. Agrigento, invece, ha mostrato grande personalità, trovando anche risorse dalla panchina in grado di sopperire alla serata negativa di Dudzinski (2 punti e 1 rimbalzo per il lungo statunitense). Per i siciliani, sognare in grande è lecito.

 

BasketItaly.it MVP: Rino De Laurentiis. Le statistiche parlano di 7 punti e 8 rimbalzi, che non appaiono proprio quelle del most valuable player. Ma se invece di osservare freddamente il tabellino, si fa attenzione a quando queste cifre sono state prodotte, si scopre che nei momenti caldi – supplementare in primis – sono arrivati rimbalzi e una presenza dominante sotto i tabelloni che ha cancellato i dirimpettai azzurri.

 

Moncada Energy Group Agrigento – Givova Napoli 81-75 d.t.s. (9-18; 33-34; 47-59; 69-69)

Moncada Energy Group Agrigento: Vai; Evangelisti 10; Williams 20; Chiarastella; De Laurentiis 7; Saccaggi 20; Piazza 12; Udom 10; Dudzinski 2; n.e. Portannese. All. Ciani.

Givova Napoli: Metreveli 2; Malaventura 3; Allegretti 3; Sabbatino 6; Spinelli 13; Jackson 18; Ganeto 8; Brooks 7; Brkic 15; n.e. Traballesi. All. Calvani.

Arbitri: Di Toro, Ceratto e Scudiero.

Punti quintetto: Agrigento 44; Napoli 61.
Punti panchina: Agrigento 37; Napoli 14.
Tiri da 2: Agrigento 18/43 42%; Napoli 16/27 59%.
Tiri da 3: Agrigento 9/29 31%; Napoli 9/24 38%.
Tiri liberi: Agrigento 18/22 82%; Napoli 16/27 59%.
Palle recuperate/perse: Agrigento 6/12; Napoli 5/18.
Rimbalzi: Agrigento 36 (16 offensivi); Napoli 29 (5 offensivi).
Assist: Agrigento 8; Napoli 14.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata