A2 girone Ovest: Biella sfida Reggio Calabria

 Michele Carrea, Biella

Dopo la pausa pasquale, l’Angelico torna a calcare il parquet del BiellaForum contro Reggio Calabria con orario pomeridiano delle 14.15. La gara sarà trasmessa in diretta su Sky Sport 2 HD (202). In questo 27 turno del campionato di A2 girone Ovest, Infante e compagni, l’Angelico, archiviato l’obiettivo salvezza raggiunto nell’ultimo turno sul campo di Scafati, inseguiranno la vittoria per avvicinarsi alla zona ai playoff.
I calabresi saranno orientati verso propositi totalmente distinti: allontanarsi dalla pericolosa fascia playout.
Biella si trova al suo quarto successo consecutivo che gli ha regalato uno splendido settimo posto solitario in classifica, la Viola, invece, stanziando nella regione bassa della classifica con solo 20 punti al suo attivo si è trovata a dover attingere corposamente dal mercato per tentare di risalire dalla terz’ultima posizione verso una zona più sicura sostituendo coach Bendetto con Fabrizio Frates e ribaltando il roster più volte con le addizioni di Dobbins ed Adegboye, e le uscite di Freeman, Spinelli e Ghersetti.
Ex rossoblu dell’incontro Craig Brackins, elemento di maggior talento a disposizione di Frates.
L’incontro sarà diretto da Sig. Mauro Moretti di Marsciano (PG), Sig. Gianluca Capotorto di Palestrina (RM) e Sig. William Raimondo di Roma (RM).

Coach Michele Carrea: “In questa fase della stagione dobbiamo riuscire a spostare tutto quello che è ancora vivo in stimolo, energia e attenzione verso la partita di domenica contro Reggio Calabria. Abbiamo chiaro il film della partita che ci può portare a vincere, sappiamo esattamente quello che serve fare. Mancano quattro incontri per arrivare al traguardo della stagione regolare, bisogna essere capaci a calibrare le forze, raccogliere quello che è rimasto a livello di energie nervose e indirizzarlo nella giusta direzione. Reggio Calabria è un’avversaria molto ostica con una fame di punti che tantissime squadre non hanno. Non mi piace giudicare i calendari perchè alla fine tutti giocano contro tutti; è chiaro tuttavia che scontrarsi con avversarie bloccate nelle zone basse della classifica è un grande vantaggio se si affrontano prima che le partite diventino ‘vita o morte’. Il match di domenica per Reggio Calabria è molto simile a una sfida decisiva. Il secondo pericolo è dato dal loro talento, da atleti che nei loro percorsi professionali hanno dimostrato di avere qualità per giocare da protagonisti in questa lega, e alcuni anche in categorie superiori. Va aggiunto infine che arrivano da un cambio in corsa alla guida tecnica, e questo rende la sfida ancora più difficile. Sono convinto infatti che l’impatto di coach Frates sul lavoro della squadra dopo due settimane possa dare i suoi frutti. Sono rimasto positivamente colpito da come i ragazzi sono rientrati dopo la pausa di Pasqua e dal lavoro sviluppato in settimana. Anche per questo motivo sono molto fiducioso. Con il sempre importante supporto dei nostri tifosi, domenica possiamo superare tutti gli ostacoli che incontreremo e avvicinarci ancora di più al sogno playoff”.

Coach Fabrizio Frates: “Domenica comincia per noi un mini campionato. Se riusciremo a vincerlo, a fine aprile avremo raggiunto l’obiettivo di salvare la Viola dai playout che a mio giudizio sono sempre un rischio. Un mini campionato di quattro partite per tre squadre, tutte a pari punti: dobbiamo lasciarci alle spalle i nostri problemi, le nostre difficoltà, le negatività e pensare solo a salvarci. Per prepararci al meglio mercoledì scorso abbiamo giocato un’amichevole a Capo d’Orlando. Avevamo bisogno di giocare e provare il 5 contro 5. È stata una partita molto interessante nonché stimolante. L’Orlandina aveva qualche giocatore fermo, ma come noi aveva la necessità di allenarsi bene. È stato un test proficuo per entrambe. Ne farei più di uno a settimana, perché utili per provare certi meccanismi in campo. Se avessimo la possibilità di fare un allenamento in dieci probabilmente riusciremmo a correggere questo aspetto negativo di non mantenere alta la concentrazione durante la partita. Alterniamo momenti ottimi a momenti meno positivi all’interno dello stesso match. Pensiamo per esempio alla gara contro Tortona oppure a quella con Casalpusterlengo. Per fortuna con quest’ultima siamo riusciti a raddrizzarla, contro Tortona abbiamo invece perso i due punti. Biella non è la stessa squadra dell’andata. Pur avendo perso alcuni giocatori e preso degli altri, il nostro avversario ha cambiato sistema di gioco, trovando un buon equilibrio e migliorando il rendimento. Ha vinto dieci delle ultime dodici partite, l’ultima delle quali contro la prima della classifica che è Scafati. Sono convinto che a Biella si possa vincere, anzi si può vincere dappertutto. Questo campionato è bello perché è equilibrato. Domenica possiamo e dobbiamo fare una buona partita, dobbiamo avere approccio e mentalità giusti, ma soprattutto ricordare che in poco meno di un mese dovremo dare tutto quello che abbiamo”.

Angelico Biella: 3 Jazzmarr Ferguson, 7 Diego Banti, 9 Andrea La Torre, 10 Luca Infante (cap.), 16 Marco Venuto, 18 Luca Pollone, 21 Niccolò De Vico, 22 William Saunders, 27 Luca Rattalino, 55 Simone Pierich, 77 Ariel Svoboda.
Head coach: Michele Carrea.
Assistant coach: Francesco Viola.

Bermè Reggio Calabria: 4 Valerio Costa, 9 Ion Lupusor, 9 Marco Mordente (cap.), 10 Ogooluwa Adegboye, 11 Roberto Rullo, 13 Kevin Vincenzo Pandolfi, 20 Hernan Sindoni, 32 Andrea Crosariol, 33 Craig Lee Brackins, 40 Anthony Andre Dobbins. 
Head coach: Fabrizio Frates.
Assistant coach: Domenico Bolognano.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata