De’ Longhi Treviso, colpaccio Maalik Wayns per tornare in A

Treviso affida la cabina di regia a Maalik Wayns. Play Usa con passaporto bielorusso per Max Menetti che potrà contare sulla leadership e personalità dell’americano. Il curriculum parla da sé: dopo le esperienze a Varese e in Spagna, il nativo di Philadelphia sarà l’arma in più dei veneti per tornare in serie A.

Questa mattina il Corriere del Veneto:

“A Treviso arriva Maalik Wayns (in foto). Il ds di TVB, Andrea Gracis, lo aveva anticipato nei giorni scorsi, dichiarando di essere molto vicino a un playmaker «a stelle e strisce». Ieri è arrivata l’ufficialità con la firma sul contratto di Wayns, classe 1991, originario di Philadelphia. «Diamo il benvenuto al primo straniero della nostra nuova squadra – dice con entusiasmo coach Max Menetti -, Maalik ha un curriculum che si presenta da solo, un giocatore di talento con capacità tecniche importanti». Dopo aver terminato, nel 2012, la sua carriera universitaria nel prestigioso college di Villanova (17.6 punti e 4.6 assist con quattro rimbalzi nella stagione da senior), Wayns ha avuto esperienze nella NBA con i Philadelphia Sixers (2012/13, 21 partite, con un «high» di 10 punti contro Dallas), i L.A. Clippers (6 presenze nel 2012/13) e ha giocato a livello giovanile con la Nazionale USA Under 18, conquistando l’argento ai Panamericani 2008. «Maalik – continua coach Menetti – dovrà dare alla nostra squadra leadership e mentalità, è il motivo per cui l’abbiamo scelto e per cui lui ha deciso di venire da noi». Wayns è un playmaker che può anche giostrare nel ruolo di guardia, capace di segnare dalla lunga distanza e gestire appunto il gioco, come dimostrato nei suoi anni di esperienza tra NBA, D-League ed Europa. Nel Vecchio Continente ha vestito la casacca del Maccabi Rishon LeZion, in Israele, nel 2016/17 mettendo a referto una media di 15 punti, 4 assist e 3-5 rimbalzi a gara. Nella stagione precedente ha esordito nella Serie A italiana con i colori di Varese, disputando anche la Fiba Europe Cup, dove è arrivato fino alla finale. A Varese ha collezionato 10.8 punti di media e 2.6 assist in 26 minuti di media. «Conosce già il nostro Paese e il nostro basket – spiega coach Menetti -, in più Wayns ha avuto anche esperienze di NBA, che sono garanzia di un talento individuale di primissimo piano. Accettando la sfida di Treviso ha molto chiara la competitività del campionato di A2 e le ambizioni del nostro club».

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *