A2 Est – La Fortitudo prevale su Ravenna dopo aver inseguito per tre quarti

stefano-mancinelli-fortitudo-bologna-2016-09-01

Derby emiliano tra Fortitudo e Ravenna al Paladozza di Bologna. I padroni di casa perdono all’ultimo momento Roberts, vittima di un lieve stiramento, oltre al lungodegente Ruzzier.

Avvio difficile per i padroni di casa, messi in difficoltà dalla zona 2-3 ravennate e dai problemi di falli dei suoi lunghi Knox e Gandini. Boniciolli è così costretto al timeout sul 9-15. Ravenna vola grazie al contributo di tutti gli italiani, chiudendo il quarto sul 21-29 solo per la bomba di Mancinelli che accorcia le distanze. La riscossa bolognese parte nel secondo quarto grazie all’energia di Italiano e Candi, nonostante il pressing difensivo di Boniciolli sia più volte superato dai giocatori di Martino che puniscono dall’arco e dalla lunetta. La scintilla bolognese accesa da Campogrande diventa fuoco grazie ai punti del pareggio firmati da Knox, che fissa il punteggio sul 39-39. Proprio Campogrande è il valore aggiunto della F in contumacia di Roberts e Ruzzier, con un 3/3 dall’arco che permette ai suoi di agganciare i romagnoli.

Dopo aver allontanato l’incubo di un remake della sfida contro Verona, in cui gli avversari segnavano da ogni posizione, la Fortitudo se la gioca alla pari nel terzo periodo. Il lavoro svolto per recuperare viene però vanificato dalla buona difesa di Marks e compagni che forza tre perse consecutive permettendo a Ravenna di colpire in contropiede portandosi sul 42-50. Knox dimostra di poter essere inarrestabile fisicamente quando è concentrato coronando ottime azioni sotto canestro con un canestro dalla lunga per il pareggio, 53-53. Serve il talento offensivo di Montano, che come l’anno scorso alza il suo livello quando manca la guardia titolare. Il talento classe ’92 permette a Bologna di concludere il terzo quarto sul 60 pari nonostante Ravenna giochi meglio e non si scomponga di fronte ai 5400 del Paladozza. Nel quarto quarto le due squadre si rispondono colpo su colpo e nessuno riesce a dare lo strappo decisivo. Ravenna domina sul pick ‘n’ roll offensivo mentre Bologna trae nuove energie dal post di Mancinelli. Il capitano fortitudino costringe infine Martino al timeout appoggiando in contropiede il 77-72. Il coach di Ravenna non può far nulla per evitare due triple difficilissime di Mancinelli e Montano che chiudono la partita per i padroni di casa a 90 secondi dalla fine. Il punteggio finale è di 89-83. 

Fortitudo Kontatto Bologna: Candi 15, Ruzzier n.e., Roberts n.e., Montano 22, Campogrande 11, Raucci, Italiano 9, Mancinelli 16, Knox 16, Gandini. All. Boniciolli

OraSì Ravenna: Smith 8, Montaguti ne, Scaccabarozzi n.e., Sgorbati , Chiumenti 10, Marks  22, Raschi 10, Masciadri 8, Tambone 16,  Crusca 6, Seck n.e., Sabatini 2. All. Martino.

© BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *